NUOVI STILI DI VITA PER ABITARE LE DISTANZE NELLE PERIFERIE

DALLA TENDA ALLA STRADA: FRATERNITÁ IN USCITA

Vivere le periferia significa accorgersi che attorno a noi ci sono persone e situazioni che fanno fatica a stare collegati con il centro, dove si forma la vita, e creare con loro relazione. Periferie dentro di noi. Abbiamo tutti un centro, che è un luogo fisico ma più spesso figurativo dove ci sentiamo a casa. C’è poi in noi un “centro storico”: i nostri affetti più cari, mamma, papà, familiari, amici. A questo pensiamo quando vogliamo sicurezza e amore. Lì troviamo calore e la certezza della nostra esistenza. Ma poi ci sono anche le periferie. Tutti abbiamo fatto tentativi non riusciti, abbiamo abitato luoghi e relazioni che poi abbiamo abbandonato.
Sono tutti pezzi di storia più o meno lunghi che non consideriamo centro ma che sono comunque parte della nostra storia. Sono le nostre periferie, che ci fanno paura. Chi vive la periferia cerca di riconciliarsi con la propria vita e non considera il fallimento come distruzione o come una cosa da dimenticare.
Gesù passa nelle nostre periferie e ci dice di non aver paura e di ricominciare. Fosse per noi distruggeremmo le periferie, ma Gesù non butta via niente recupera tutto e ci dice che tutto può essere trasformato in bene, in vita, in futuro.

Per scaricare o leggere l’intervento di Suor Cinzia Vennari all’incontro della Zona Napoli centro e nord – Pozzuoli e Isole

>>CLICCA QUI<<

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.