Rito di ammissione a Pozzuoli San Gennaro

Il 17 settembre, nella festività della Impressione delle stimmate di san Francesco, la fraternità di Pozzuoli San Gennaro ha celebrato il rito di ammissione di dodici nuovi fratelli. A causa delle norme di sicurezza per la pandemia, la celebrazione si è svolta “fuori casa”, grazie alla disponibilità e all’accoglienza delle suore Figlie della Carità di san Vincenzo, e con gli opportuni accorgimenti: distanziamento e mascherine. Grande è stata l’emozione, sia degli ammessi sia della fraternità, in una liturgia dei vespri che è iniziata con una processione degli ammessi che hanno consegnato al ministro il cero che ha accompagnato la fraternità nell’estate scorsa per i luoghi sacri di Assisi. Per completare la gioia, sono stati festeggiati anche gli anniversari dei fratelli che ricordavano i cinque e, soprattutto, i venticinque anni di professione. Le parole del padre assistente, padre Alfredo Consorte, hanno stimolato tutti i presentii, e gli ammessi in particolare, a riflettere sui valori proposti dal rito: cambiare la propria vita per porre al centro il vangelo seguendo l’esempio di Francesco. La foto di rito, con i volti sereni dei partecipanti (mascherine permettendo…), ha concluso il momento.

Gigi Di Fraia (ministro)

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.